Teologia della liberazione

Il quotidiano Gara ha pubblicato ieri una lunga e interessante intervista a Jon Sobrino, gesuita esponente della teologia della liberazione, movimento nato in america latina più di cinquant’anni fa con lo scopo di avvicinare la chiesa cattolica alle istanze dei poveri e chiedendo una giustizia sociale assente dai grandi obiettivi di uno stato vatiano perfettamente a suo agio tra le contraddizioni e le pratiche neoliberaliste. Giudicata troppo di sinistra la teologia della liberazione sono state censurata in vari modi, tra i quali figura l’omicidio di molti dei suoi esponenti, da parte di milizie paramilitari.

A questo link è possibile leggere l’intervista in spagnolo.

I commenti sono chiusi.