Jorge Ithurburu alla Fondazione Basso

logo_fondazionebasso“Gelman e Gelman”
Reading poetico sui testi di Juan Gelman, a cura di Laura Branchini, musiche di Fabio Bianchini. Incontro con Macarena Gelman presentato da Gianni Minà. Partecipano Alessandro Kokocinski, Giorgio Corrente, Mario Occhinero, Jorge Ithurburu.

21 aprile, 18.00
Fondazione Lelio e Lisli Basso – ISSOCO
via della Dogana Vecchia 5

Intervista a Marcello Tari

Il giornale in euskara BERRIA pubblica un’intervista a Marcello Tari (Bari 1965) in occasione della presentazione alla libreria Katakrak de  Iruñea (Pamplona) del suo libro tradotto allo spagnolo “Un comunismo más fuerte que la metrópoli. La autonomía italiana en la década de 1970”.
Qui
puoi leggere l’intervista fatta da Iker Tubia.

Il bombardamento di Durango

Foto bombardamento DurangoSettantanove anni fa, il 31 Marzo 1937, aerei italiani bombardarono la città di Durango (Bizkaia) causando 336 morti. Durango non aveva nessun obbiettivo militare e il bombardamento cercava di colpire  esclusivamente la popolazione civile.

Qui potete vedere un video dell’Associazione Gerediaga.

L’esperienza italiana delle fabbriche occupate

Articolo in euskara di Martin Mendizabal sul settimanale ARGIA sulle esperienze di fabbriche occupate Officine Zero di Roma e Rimaflow di Milano

______

ARGIA astekarian Martin Mendizabalek idatzitako artikulua Eroma eta Milanoko langileek egindako Officine Zero eta Rimaflow lantegien berreskuraketa.

Intervista a Simona Mancini

Intervista in euskara sul giornale BERRIA alla ricercatrice di Scienze Cognitive Simona Mancini (Arezzo 1979) che lavora al Basque Center on Cognition, Brain and Language.

“Le lingue hanno un’evoluzione ma  la loro morte si può evitare”

Simona Mancini sostiene che la linguistica è fondamentale per creare un metodo di studio nuovo ed efficace in grado di analizzare le lingue e i loro problemi.

___________________________________________

BERRIA egunkariak elkarrizketa egin dio Simona Mancini (Arezzo, Italia, 1979) Sienako Unibertsitatean Zientzia Kognitibo arloko ikerlariari. Hemen irakurri ahal duzu. Mancini, BCBL Basque Center on Cognition, Brain and Language gunean ikertzailea da eta Donostian izan den Garunaren Astean parte hartu du.

Solidarietà con i tifosi del Baskonia

Tifosi di pallacanestro a Milano e Bologna esprimono solidarietà ai tifosi del Baskonia basket di Gasteiz che rischiano una multa di 10.000 euro per aver esposto uno striscione chiedendo “Verità, Memoria e Giustizia” per la l’assassinio da parte delle forze di polizia di 5 operai a Gasteiz nel 1976.

Qui puoi leggere la notizia data dal settimanale Argia.

Concerto di Antony O’Bresky

Il musicista Antony O’Bresky molto legato ai Paesi Baschi attraverso numerosi progetti e la sua lunga amicizia con lo scrittore e poeta Jose Angel Irigarai, suonerà a Roma il 31 Marzo 2016.

Questo il link alla sua pagina web.

Jose Angel Irigaray in Italia

JA Irigarai 1 marzo 2016

Il poeta e scrittore Jose Angel Irigaray, da anni molto legato all’Italia, parteciperà alle attività poetiche di Cantar Marso, che si svolgono nelle trattorie della Valpolicella tra il 17 Febbraio al 18 Marzo 2016.

Jose Angel Irigaray sarà accompagnato dai musicisti  Ricardo Vartolo e Giulio Pellizzoni

________________________________________

Jose Angel Irigaray idazle eta poetak, Valpollicella eskualdean Otsailaren 17tik Martxoaren 18 ospatzen den Cantar Marso jaialdian parte hartuko du.

Irigaray oso lotuta izan da urtetan Italiarekin eta hainbat literatur eta musika ekitalditan parte hartu izan du.

Intervista a Carlos Garcia Preciado

Berria egunkariak Carlos Garia Preciadori egindako elkarrizketa.

Intervista in euskara a Carlos Garcia Preciado nel giornale Berria

Karlos è stato assolto!

Carlos Garcia Preciado era stato condannato in Spagna nel 2000 a 16 anni di carcere per il presunto danneggiamento di una banca, e costretto a lasciare i Paesi Baschi, vivendo in clandestinità in Italia, con un altro nome, fino a febbraio dello scorso anno quando l’interpol e la digos italiana l’ hanno arrestato.

Il Tribunale Supremo di Madrid, nell’udienza del 21 gennaio ha  deciso di assolverlo.

Karlos, è stato arrestato nel febbraio del 2015 in presenza di suo figlio piccolo ed è stato alcuni mesi in isolamento a Roma  e poi nel carcere di Rossano Calabro, lontano dalla sua famiglia e dai suoi amici.
Più informazioni: uncasobascoaroma.noblogs.org