Concrete Landscapes al festival Occhirossi

La mostra Concrete Landscapes del fotografo basco Asier Gogortza torna a Roma. Dopo il grande successo ottenuto durante durante il Pin Hole day 2011 (durante il quale Asier ha tenuto un workshop pratico per imparare la tecnica di riprendere immagini pin hole utilizzando vecchi bunker militari), la mostra verrà presentata durante Occhirossi – Festival di fotografia indipendente, che si terrà al c.s.o.a. Forte Prenestino dal 1 al 3 luglio.
L’inaugurazione della mostre sarà venerdì 1 luglio a partire dalle ore 17:00.

Concrete Landscapes è un viaggio alla riscoperta dei bunker militari ormai in disuso e piano piano riassorbiti all’interno del paesaggio. Usando queste costruzioni di cemento come pin hole, Asier ha fotografato le immagini dell’ambiente esterno come appaiono sulle pareti. Così il bunker, riassorbito dalla natura, accoglie al suo interno e modella sui suoi muri di cemento il panorama esterno, in una sorprendente metafora d’integrazione.

Asier Gogortza argazkilariaren Concrete Landscapes erakusketa, Eroman berriro. Pin Hole Day jaialdian erakusketak eta tailerak  izandako arrakastaren ondoren, Concrete Landscapes erakusketa  Uztailaren 1tik 3ra berriz ikusi ahal izango da Forte Prenestino zentro sozialean ospatzen den   Occhirossi – Festival di fotografia indipendente delakoan.
Gaur egun erabiltzen ez diren eta paisaian bermoldatu diren bunker militarretan egindako argazki bidaia egiten du Gogortzak, porlanezko bunkerrak “pin hole” kamerak  balira bezala erabiltzen . Barruko pareta horietan islaturik geratuko da kanpoko paisaiaren imagina eta Gogortzak esposizio luzeko argazkiak egin.

La mostra è organizzata da Dipartimento di Lingua e Cultura Basca dell’Upter e Associazione Culturale Euskara, in collaborazione con Occhirossi – festival di fotografia indipendente.
UPTER Euskal Saila, A.C.E., Ars-imago, etaOcchirossi – festival di fotografia indipendente jaialldiaren arteko elkarlanean.

Materiali da scaricare:
– presentazione Concrete Landascapes (inglese)

Asier Gogortza è già stato ospite di ACE e DLCB durante la settimana basca 2007 con COPK (camera obscura photo konzert), in cui lo spazio t_nello di Genzano è stato trasformato in una grande camera oscura con concerto realizzato all’interno durante il tempo di esposizione (vedi la foto). E anche durante la biennale di Venezia per cui ha curato l’installazione “2 Underwater landscapes” con Xabier Erkizia.

I commenti sono chiusi.