Concerto di Organo - Organu kontzertua

Esteban Elizondo

Venerdì 24 Novembre 2006 Azaroak 24 ostirala

ORE 20:00

Chiesa Sant'Anselmo ..................Piazza Cavalieri di Malta, 5 ROMA (Aventino) ............ Ingresso gratuito

PROGRAMMA

  1. Finale di Jesús Guridi (1886-1961)

Esteban Elizondo

Nasce a Donostia -San Sebastián. Dopo aver studiato piano e organo nella sua città si trasferisce a Vienna per studiare durante 3 anni con Anton Heiller. Nel 1971 diventa professore di organo del Conservatorio di Donostia avendo un'intensa attività pedagogica e concertistica.
Come organista ha suonato in quasi tutti i paesi europei, Stati, Uniti, Canada, Giappone, Messico e Brasile.
A lui si deve la creazione del Corso Internazionale di Organo Romantico che si svolge a Donostia nel ambito dell'Hamabostaldia (Festival Internazionale di Musica) al quale assistono i più grandi specialisti di questo genere così come alunni di tutto il mondo.

Nel 2002 ottiene il Dottorato in Filosofia e Scienze dell'Educazione dell'Università di Barcellona, con "cum laude" unanime del tribunale, il Premio Straordinario di quell'Università e il Premio alla Ricerca, creato dall'Università del Paese Basco e dal coro Orfeòn Donostiarra, per la sua tesi pubblicata da quest'università: "L'organo romantico nel Paese Basco e Navarra (1856 - 1940). *

Esteban Elizondo realizza inoltre vari lavori di ricerca sulla musica scritta per organo, specialmente del XIX-XX nei Paesi Baschi, divulgandola attraverso pubblicazioni, concerti e numerose registrazioni internazionali soprattutto con la casa Aeolus della Germania.

 

L'ORGANISTICA ROMANTICA NEL PAESE BASCO E NAVARRA Pubblicazione di Esteban Elizondo.

Intervista con Esteban Elizondo

Informazioni sul organo di Sant'Anselmo

 

 

 

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE EUSKARA e UPTER, Dipartimento di lingua e cultura basca.

GORRITI Y OSAMBELA, Felipe Maestro di Cappella, organista e compositore. Nato a Uharte-Arakil (Navarra), el 23 de agosto de 1839. Morto a Tolosa, il 12 marzo 1896. Molti studenti di musica e organisti (tra cui Eduardo Mocoroa) andavano al paese de Tolosa per studiare con Gorriti. Fu molto conosciuto per le sue composizioni religiose (catalogate più di trecento): Messe solenni, Requiem, Miserere, Motteti ecc. Scrisse anche alcune composizioni per orchestra tra cui il grande Miserere en Mi bemolle per solisti, coro e orchestra.
USANDIZAGA SORALUCE, José María Donostia 31 marzo 1887 - 5 ottobre 1915. Sue madre fu una notevole pianista e la sua prima professoressa. Ha studiato piano e armonia anche con Germàn Cendoya e Beltran Pagola. A 13 anni si è trasferito a Parigi dove ha proseguito gli studi durante 6 anni alla Schola Cantorum di Parigi con Vincent D’Indy e Francisco Planté. Di questo periodo sono lo Scherzo e la Suite per pianoforte. Una malattia degli arti gli impedì di continuare con la sua carriera pianistica. Tornato alla sua città natale, ha scritto la fantasia orchestrale Irurak bat, Himno del Centenario, Bidasoa (per banda) e diverse pagine per pianoforte tra qui un Impromptu, due valser e la pastorale lirica in euskara Mendi-Mendiyan, che è stata accolta molto favorevolmente dal pubblico sin dalla prima. Del 1914, è Las golondrinas (le rondini), con cui ha avuto anche molto successo. Nel 1915, va a vivere a Yanci (Navarra) ma le sue condizioni di salute peggiorano. Riportato alla Bella Easo (Donostia - San Sebastian) muore a 28 anni.
URTEAGA ITURRIOZ, Luis Organista e compositore di musica religiosa. Nato a Ordizia (provincia di Gipuzkoa) nel 1882 e morto a Donostia nel 1960. Discepolo, a Balmaseda, di Martin Rodriguez, è stato dal 1920 organista della Chiesa di San Vicente di Donostia. Ha insegnato per 28 anni al Conservatorio di questa città. Ha scritto molte composizioni religiose tra cui gli accompagnamenti per la Collezione Canti per la Santa Messa che con testo in euskara e in spagnolo aveva pubblicato il Seminario Diocesano di San Sebastian - Donostia. Ha anche composto per “l’Omaggio pianistico alla memoria di Juan Crisostomo de Arriaga” (geniale compositore di Bilbao morto a 20 anni, 1806 - 1826) un’originale pagina pianistica, il Breve responso gregoriano.
MOCOROA ARBILLA, Eduardo Justo Tolosa 1867 - 1959. Organista, direttore e compositore. Ha studiato organo, armonia, contrappunto e fuga con Modesto Letamendia e Felipe Gorriti. E’ stato direttore del Orfeòn e della Banda Municipale della sua cittadina natale. Ha insegnato e formato una vera scuola di organisti, direttori e compositori. Ha scritto più di un centinaio di opere religiose e profane per organo, orchestra, banda e coro. Sono ancora molto cantate le sue composizioni corali: Egun sentiya, Judica, Domine, Gona gorria, Sorgiñ dantza y Euzkeraren eriotza. E’ anche autore della opera Sudun, di tendenze wagneriane.
BEOBIDE DE GOIBURU, José María
Zumaia (Gipuzkoa) 25 de noviembre de 1882 - Burgos 1 de marzo de 1967. Organista e compositore. Ai 18 anni viaggiò come professore al Collegio dei Gesuiti di Quito (Ecuador). Per problemi di salute si trasferisce dopo a New York. Tornato alla sua terra ha insegnato prima al Collegio Salesiano di Barakaldo e in seguito al Real Colegio de Alfonso XII di El Escorial. Ha visuto a Burgos, dove si è sposato, ed è stato organista e maestro di Cappella. Alcuni brani, di raffinato stile di modulazione armonica e impiego profuso di cromatismi, sono stati pubblicati da case editrici francesi, tedesche e americane. Tra le sue composizioni per organo, canto e pianoforte più conosciute ci sono Dulce Madre Virgen Pura, El eco del valle, Suite Davídica, Canción del filandes, Intermezzo sinfónico cromático, Seis canciones populares burgalesas, Gavota y En Igueldo. Ha viaggiato a Roma ed è stato ricevuto dal abate Perossi, direttore della Cappella Sistina, che conosceva e ammirava le sue composizioni. Era il fratello dello scultore Julio Beobide.

GURIDI BIDAOLA, Jesús
Vitoria - Gasteiz (Araba) 25 agosto 1886 - Madrid 7 aprile 1961. Compositore. Nato in una famiglia di musicisti (il suo bisnonno fu il famoso organista e compositore Nicolàs Ledesma), ha iniziato a comporre sin da giovanissimo.
Studia a Parigi alla Schola Cantorum. A Colonia con Otto Neitzel e a Leipzig con Jongen. Di questa epoca sono tra altro Paysage (per voce) e Nostalgia. Ha visitato Bruxelles e Munich dove ha approfondito l’estetica wagneriana che sarà alla base della sua opera Amaya. Guridi ha anche insegnato, è stato organista e ha diretto numerose gruppi musicali e corali. Sono famose le sue composizioni corali: Maitasun oñazea, San Juan Anteportaletaño, Goiko mendiyan, Akerra ikusi degu, Tunkurrunkuntun, Ator ator mutil, Euzkal-ikuskizunak, Ni ez naiz zomorrua, Aldapeko y Txeru. Sono anche molto popolari Boga, boga e Ni ez naiz zomorrua. Le tre serie di Canti popolari baschi sono integrati da 6 canzoni ciascuna per quattro, sei o otto voci miste a cui seguono Así cantan los chicos e Mirentxu. Tra il 1910 e 1920 scrisse l’opera Amaya, diventata internazionalmente conosciuta. E poi Leyenda vasca e En un barco fenicio, prima della “zarzuela” El Caserio, uno dei suoi successi più importanti. Di questo stesse genere sono La meiga, La cautiva, Mandolinata, La bengala, Peñamariana, Acuarelas vascas e La condesa de la aguja y el dedal (commedia lirica). Tra le composizioni orchestrali ricordiamo i poemi sinfonici Una aventura de don Quijote, En un barco fenicio e anche Diez melodías vascas, Sinfonía pirenaica de grandes alientos; Homenaje a Walt Disney (fantasia per piano e orchestra). E poi i due Quartetti, le bellissime Canciones castellanas, e il Lamento e imprecación de Agar per pianoforte. Guridi scrisse anche molto per organo tra cui Tríptico del Buen Pastor e la Misa a San Gabriel. Ha anche composto molta musica per cinema e teatro.