Archivi del mese: aprile 2018

Il rumore lontano

il-rumore-lontano-foto

Il rumore lontano 

Testi: Xabier Erkizia, Lorena Rocca, Hillel Schwartz, Franco Farinelli
124 pagine, colore
Grafica: Miguel Ayesa, Sonia Ciriza
Lingua: Italiano
Editoriale:
SUPSI, Libe edizioni, audiolab
Scarica la versione digitale in PDF

Il rumore lontano” di Xabier Erkizia, curato da Lorena Rocca, è il risultato artistico della ricerca sulle narrazioni dei treni in Canton Ticino. Include contributi inediti, scritti per l’occasione dal geografo italiano Franco Farinelli e dallo scrittore, storico e ricercatore nordamericano Hillel Schwartz.

Questo libro propone una nuova rilettura geografica, critica, soggettiva e diversa di questo Cantone a sud della Svizzera. Partendo dal confine disegnato della rete ferroviaria e attraverso l’ascolto di questa traccia, si realizza un avvicinamento sperimentale sul territorio.

 

Con la collaborazione di LIBE e ACE 

________________________

 

Il rumore lontano” 

Xabier Erkiziak Suizako Ticino kantonamenduan trenbide sarearen inguruan egindako ikerketaren emaitza da “Il rumore lontano”. Lorena Roccak komisariatutako egitasmo honen emaitza nagusi (baina ez bakar) gisara argia ikusi duen liburu honek, Franco Farinelli geografo italiarrak eta Hillel Schwartz historialari iparramerikarrak bereziki aukera hontarako idatzitako testuak biltzen ditu.

Liburuak Suitza hegoaldeko kantonamenduaren berrirakurketa geografiko, kritiko eta iradokitzailea proposatzen du, eskualdea gurutzatzen duten trenbide sareak oinarri gisa hartuz. Oinarrian, soinuaren bidez lurralde hau aztertzeko ariketa bat da Il rumore lontano, eta aldiberean leku bat habitatzeko eta espazioarekiko esperientzia zalantzan jartzeko formekin esperimentatzeko gonbidapena. 

 

LIBE eta A.C.E. kolaborazioz. 

“Tracce della lingua basca in Sardegna?” Conferenza di Juan Martin Elexpuru

Il 20 aprile, alle ore 16:00

Università degli Studi di Roma Tre

Dipartimento di lingue, letterature e culture straniere – Aula 11

Via del Valco di S. Paolo, 19 – Indicazioni stradali

Lo scrittore e traduttore basco Juan Martin Elexpuru (Ubera-Bergara, Paesi Baschi, 1950), sarà ospite di ACE (Associazione Culturale Euskara) e del Programma di Studi Baschi in Italia – Euskal Saila, per tenere una conferenza con lo stesso titolo del suo libro, “Euskararen aztanak Sardinian?”(“Tracce della lingua basca in Sardegna?”), una lunga ricerca sulla toponomastica sarda dove si ipotizza la possibile vicinanza fra il basco e il paleosardo (lingua parlata nell’isola prima dell’arrivo dei romani).

La sua curiosità verso l’argomento ha avuto inizio nel 1985 con un viaggio in bicicletta sulle Alpi, dove si è ritrovato casualmente ad imbattersi con nomi di paesini del nord Italia che erano uguali, o molto simili, a nomi in lingua basca. Da quel momento ha cominciato a raccogliere i toponimi del Nord Italia che somigliavano di più al basco, facendo la conoscenza, nel 2009, di due importanti figure che lo indirizzeranno verso la Sardegna: il linguista valenciano Luis Silgo ed il linguista catalano dell’Università di Cagliari, Eduardo Blasco Ferrer che ricercava da anni i possibili legami fra il paleosardo e il basco, ricerca che pose delle basi importanti alla sua ipotesi.

Non era il primo a fare tali ipotesi comunque. Circa 100 anni fa, Vittorio Bertoldi aveva studiato l’ipotesi basco-paleosarda dando così il via ad altre ricerche.

Dal momento in cui Juan Martin Elexpuru conobbe Blasco Ferrer, iniziò ad interessarsi al tema, a ricercare e a studiarlo più approfonditamente.

I suoi tre viaggi più importanti in Sardegna, nel 2010, nel 2013 e l’ultimo nel 2015, lo hanno portato a raccogliere un’interessante bibliografia sull’argomento, ed anche alla creazione di materiale cartografico. Un corpus di più di 5000 termini, tra i quali varie tracce basche ritrovate in occasione di visite a musei e siti archeologici, ed inoltre molte fotografie di toponimi dell’isola, costituiscono il frutto di tale imponente lavoro di ricerca e documentazione. Di questo, e di altri dettagli delle sue ricerche, tratterà in “Tracce della lingua basca in Sardegna?”.

La conferenza, che si terrà il prossimo 20 aprile alle ore 16:00 presso l’Università degli Studi di Roma Tre – Dipartimento di lingue, letterature e culture straniere – Via del Valco di S. Paolo, 19 – presso Aula 11, sarà aperta a tutti gli interessati.

Videoclip di Motxila 21, Tempi Romani

Motxila 21, Nafarroako Down Sindromedunen, familia eta lagunen elkartetik sortutako rock taldeak, Martxoaren 21ean, Down Sindromearen Nazioarteko Egunean, 2017ko Italiako biraren bideoklipa kaleratu zuten.

Iruñako rock taldeak 2017ko abuztuan, hiru kontzertu eman zituen Italian: San Quirico di d’Orcia (Toskana), Genzano (Castelli Romani) eta Trasteveren (Erroma) eskeini zizkiguten sekulako umore onez, indarrez gainezka eta ilusioz blai, askok ahaztuko ez ditugun kontzertuak.

Esker mile Motxila 21!

Motxila 21, il gruppo rock nato dalla Associazione Navarra di Sindrome di Down, famiglie e amici, in occasione del giorno internazionale della Sindrome di Down (21 marzo) ha pubblicato il videoclip “Tempi Romani”, registrato durante il tour Italiano 2017.

Il gruppo rock di Iruña ha offerto tre concerti durante il tour Italiano ad agosto 2017: a San Quirico d’Orcia (Toscana), a Genzano (Castelli Romani) ed a Trastevere (quartiere di Roma), concerti con grande umorismo, pieni di forza e zuppi d’illusione che non scorderemo.

Grazie mille Motxila 21!