Archivi del mese: gennaio 2011

FIPA Film festival

Il film L’Infiltrato di Giacomo Battiato vince il Premio d’Argento del Festival FIPA di cinema che si è celebrato nella città basco francese di Biarritz. Il primo premio è andato al film croato Majka asfalta.

Zilerrezko FIPA saria, Giacomo Battiato zuzendariaren L’infiltre filmak jaso du Miarritzeko FIPA Ikus-entzunezko Programen Nazioarteko 24. Jaialdiko zilarrezko saria. Kroaziako Majka asfalta filmak irabazi du sari nagusia. Zagreben bizi diren Mare eta Jankoren arteko harremana du ardatz pelikulak.

Corso di organo romantico

Sono aperte le iscrizioni al corso di organo romantico tenuto dal Professor Daniel Roth che si terrà a Donostia dal 8 al 12 agosto 2011, presso la Basilica di Santa Maria del Coro (chiesa del 1863). Alcune lezioni saranno tenute presso altre sedi che ospitano i diversi grandi organi romantici della regione di Gipuzkoa. Per isciriversi e per maggiori informazioni sulle modalità del corso, rivolgersi a Esteban Elizondo (estebanelizondo@hotmail.com), pianista e teorico protagonista di una concerto di organo a roma, tenutosi presso la chiesa di Sant’Anselmo nel 2006. L’associazione Culturale Euskara ha pubblicato la traduzione del saggio di Elizondo su l’organistica romantica in Gipuzkoa.

Intervista a Aitzpea Leizaola

Aitzpea Leizaola, recente ospite romana durante la conferenza su “Lingua, cultura e politica nelle mobilitazioni etnoterritoriali”, è stata intervistata da Berria TB, la televisione online del quotidiano in lingua basca. E’ un piacere per tutt@ noi rivedere Aitzpea, a cui facciamo le nostre più sentite congratulazioni per il dottorato appena concluso e per la sua carriera universitaria, sperando di rivederla presto a Roma per conferenze e ludici intermezzi. Guarda il video

Petti alla fiera mondiale del mercato musicale

Petti, il musicista navarro di Bera, è stato l’unico rappresentante della penisola iberica ad esibirsi dal vivo durante l’edizione di quest’anno della 45 edizione della fiera mondiale del mercato musicale, meglio conosciuta con il suo acronimo Midem, che quest’anno si tiene a Cannes, sulla costa azzurra francese. Petti ha suonato a Roma nel 2006 durante una delle feste organizzate dall’associazione culturale euskara.

Frontón in Italia

Il gioco della Pelota basca ha avuto nel corso dei secoli una diffusione che ha travalicato i confini dei Paesi Baschi, arrivando ad essere giocato alle Olimpiadi di Parigi del 1900 (è stato inoltre uno sport dimostrativo nel 1924, 1968 e 1992).

Anche in Italia ci sono testimonianze e foto che documentano la presenza di questo sport e dei campi da gioco,  frontón, appositamente costruiti per permetterne lo svolgimento. I Frontón -in italiano denominati con il più generale termine di sferisterio- più attivi a livello professionistico sono stati quelli di Milano (in via Palermo) e quello di Napoli, ma entrambi sono oggi scomparsi, lasciando il posto ada altre attività.  A  Torino, nella via della Pallacorda, c’è stato fino a poco prima della seconda guerra mondiale uno sferisterio chiamato trinquete (del tipo più conosciuto nella zona francese) dove si giocavano la palla a bracciale e la pelota.

In generale nel corso del XIX secolo sono stati molti gli sferisteri costruiti in giro per l’Italia: Firenze, Faenza, Alba, Macerata e Imperia. Non in tutti si è sviluppata una tradizione di gioco della pelota, prediligendo discipline autoctone come il gioco di pallone col bracciale e la pallapugno, descritte in alcuni componenti da Giacomo Leopardi ed Edmondo de Amicis. A Parma uno dei monumenti del patrimonio archeologico della città è il “Palazzo della Pilotta”, costruito dai farnese nel 1500, e così chiamato per il gioco della pelota che si svolgeva nel cortile.

Nell’attualità non resta traccia dei vecchi frontón del secolo scorso; solo il palazzo di Milano è rimasto in piedi ma viene ormai utilizzato come sala di moda. Per quanto riguarda lo sport della pelota in Italia tra il 1980 e il 2010 si è registrata una discreta attività dilettantistica, aspettando che la disciplina venga ammessa alle olimpiadi.

Questi brevi cenni sulla presenza del gioco della pelota e degli spazi per giocarlo in Italia, ne denotano una presenza non trascurabile all’interno della cultura sportiva italiana, tanto da essere presente nel film “La vita agra” di Carlo Lizzani del 1964 e nel video “Gli amici di Milano” sulla vita culturale del capoluogo lombardo nel dopoguerra, dove alcune immagini mostrano una partita di Pelota.

Sarebbe interessante riuscire a ricostruire con più completezza questo incontro, quindi chiediamo a chiunque abbia maggiori informazioni, o anche solo delle possibili tracce, di farci sapere. Così come noi saremmo felici di aiutare chi abbia voglia  svolgere su questo argomento una tesi o un lavoro di ricerca.

L’italiana in Algeri a Bilbao

italiana_in_algeri

L’Associazione di Amici dell’Opera di Bilbao (ABAO) ricomincia la stagione 2011 con la messa in scena de «L’italiana in Algeri», opera comica di Gioacchino Rossini, scritta dal compositore in gioventù e molto apprezzata per il suo carattere divertente e popolare. L’opera verrà presentata al Palazzo Euskalduna nei giorni 20, 25, 28 e 31 gennaio e nel giorno 29 in cui ci sarà una serata speciale.

To shoot an elephant a Forlì

Il circolo Arci di Forlì, Recircolo, proietta stasera il documentario girato da Alberto Arce nella striscia di Gaza durante l’operazione Piombo fuso. To shoot an elephant ha vinto il premio “a matter of act” di Amnesty International ed è stato proiettato a Roma lo scorso dicembre all’interno della programmazione di EHROMA2010ROMABASCA. h. 21:00 viale Spazzoli 51.

Zinegoak 2011

Il festival de cinema lesbo-gay-trans e bisessuale (LGTB) Zinegoak avrà luogo dal 22 al 30 di gennaio. Ormai convertitosi in un referente internazionale per le produzioni mondiali sul tema, quest’anno si arricchirà di tre opere teatrali (di cui una destinata ai bambini) e di una performance musicale. L’edizione 2011 vede crescere anche il numero dei film in programma, che arrivando a quota 76 rappresentano un aumento del 20% rispetto al festival dello scorso anno.

Più notizie a questo link.

«Daisy Cutter» vince il Pontino Short Film Festival

Il cortometraggio di animazione «Daisy Cutter», che fa parte della selezione kimuak del 2010, ha vinto la Spiga d’Oro al festival del cortometraggio che si è tenuto a Latina negli scorsi giorni. Prodotto dalla società alavese Silverspace, il corto è stato presentato al Festival del Cinema di Donostia a settembre dell’anno scorso e da allora non ha mai smesso di girare festival di tutto il mondo e vincere premi. I registi sono Enrique García e Rubén Salazar.
Più notizie a questo link.

«Daisy Cutter» animaziozko laburmetraiak Italiako Spiga D’Oro saria jaso du. Arabako Silverspace ekoiz etxeko fiimak Pontino Short Film Festival jaialdiko sari nagusia jaso zuen. Hau da film labur honek jasotzen duen hamabigarren saria. Sariari esker hurrengo hilabetetan Daisy Cutter Italiako beste zenbait jaialditan ikusi ahal izango da.
Daysi Cutter, Kimuak 2010 egitasmoan parte hartzen du (Euskadiko film laburren bilduma)

Scoperta archeologica a Erriberri

Eromako inperioa desagertu eta ondorengo urtetako berri eta aztarna handirik ez dugu Euskal Herrian. Duela gutxi Sansomaingo (Nafarroa) baserritar batek argazkian ikusten duzuen harria aurkitu zuen. Dirudienez Oliten Suintila izeneko errege bisigodoa izan omen zen VII. mendean eta honek baskoien erasoen kontra, hiria harresiz inguratu zuen.
Erriberri ritrova la pietra su cui è stata fondata. Uno delle poche rare testimonianze degli anni che seguirono alla caduta dell’impero romano, conosciuti come i Secoli Bui, è stato presentato venerdì a Olite. Si tratta di una pietra che reca il nome del re Visigoto Suintila, che avrebbe eretto la città a difesa dei possibili attacchi da parte dei vasconi, nella seconda decade del VII secolo.
Più informazioni/Info gehiago

Pagina 1 di 212